Due ruote e il mondo davanti: percorsi in bici in Italia

Il fine settimana è un’ottima occasione per lasciarsi lo stress alle spalle, inforcare la bicicletta e pedalare su strade sconosciute alla scoperta di nuovi panorami. Per guardare non solo il paesaggio, ma anche dentro di noi.

Andare in bici infatti non aiuta solo il corpo, ma anche la mente! Secondo lo scrittore e filosofo Ben Irvine, autore di Einstein e l’arte di andare in bicicletta e vivere felici pedalare è un’attività che stimola molto la creatività: persino il grande fisico e scienziato Albert Einstein sarebbe stato aiutato nelle sue intuizioni dalla passione per le due ruote!

L’Italia poi è un territorio ricchissimo di splendidi percorsi da fare in bicicletta. Come ad esempio lo Jakobsweg, nel Trentino Alto Adige: quasi 130 chilometri di strade dalla Valpusterla fino al passo del Brennero e quasi 3000 metri di dislivello. Un buon modo per respirare della buona aria, ma necessita senz’altro di allenamento e di una bici adeguata. Il tragitto ricalca uno dei percorsi del cammino di Santiago, e attraversa buona parte del Sud Tirolo.

Se invece si ha a disposizione pochi giorni, e soprattutto ci si vuole lanciare su percorsi meno impegnativi ma affascinanti, un’ottima soluzione può essere la GTE, la Grande Traversata Elbana. Basta portarsi la propria due ruote a Piombino e da lì raggiungere in traghetto l’Isola d’Elba. Facile, dotata di ottime segnalazioni e circondata da mare e natura, questa strada collega Cavo a Pomonte e attraversa tutti i punti d’attrattiva dell’isola. In questo caso può bastare anche una bici da cicloturismo.

Chi vuole invece unire natura e spiritualità, la scelta migliore è senz’altro quella del Cammino di Francesco tra l’Umbria e il Lazio. Il cammino è nato per collegare alcuni luoghi significativi della vita del santo di Assisi.

Fonte immagine: Val Thoermer/Shutterstock

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>