La caccia di Halloween – Seconda tappa

[Sabato abbiamo lasciato i nostri cacciatori alle prese con una password molto strana…siete riusciti a risolverla? È il momento di passare alla seconda tappa! Rispondendo anche a questo enigma avrete la possibilità di vincere una copia di Clover di Francesca Bufera!]

Tu non puoi passare!

Tyler finalmente riesce a inserire la parola corretta e lo smartphone danneggiato permette loro di visualizzare la misteriosa mail. Alle cinque del pomeriggio, mezz’ora prima che Julian risultasse sparito dal Clover, è partito un messaggio verso un indirizzo email anonimo, che recita, semplicemente: “Ho preso il ragazzo. Vediamoci alla bisca di Riverside”.
È dall’altra parte della città! Christian e Tyler devono muoversi in fretta, prima che sia troppo tardi: è chiaro che il Raspide ha un complice… e sta portando Julian in una delle zone più malfamate dell’intera Cardenal.

Quando trovano la bisca, è passata l’ora del tramonto. Il buio crescente rende ancora più inquietante il vicolo umido, e ancora più minacciosa la massiccia porta di metallo che permette l’accesso. Per essere un locale clandestino c’è un gran viavai. Ogni persona che arriva si ferma di fronte alla porta, bussa e attende, dopodiché si apre un sottile spioncino. Da dietro la porta una voce roca dice qualcosa, una sorta di parola d’ordine, e chi risponde correttamente viene fatto entrare. Christian e Tyler si avvicinano per origliare la risposta, e si nascondono dietro a un angolo per poter ascoltare.

Arriva il primo avventore, Christian e Tyler sentono bussare, lo spioncino si apre e la voce catarrosa esclama: “Otto!”. Subito, il visitatore di fronte alla porta risponde: “Quattro!”. La porta si apre immediatamente, e l’uomo entra senta tanti complimenti. Un istante e la porta si richiude con un tonfo.
Christian ha già una mezza idea di come rispondere ed è pronto ad avvicinarsi ma Tyler lo trattiene per una spalla. Gli consiglia di aspettare ancora.
Arriva un nuovo visitatore, una donna. Si guarda attorno, poi bussa con decisione: attraverso lo spioncino, la stessa voce, ma una parola d’ordine diversa: “Dodici!”. Anziché scomporsi, la donna risponde prontamente: “Sei!”. Di nuovo, la porta si spalanca e si richiude in un batter d’occhio, inghiottendo la donna nell’oscurità.

Un altro enigma. Christian è convinto di avere la risposta in tasca. Otto…quattro, dodici…sei. È evidente che la risposta è la metà del numero che viene detto da dietro la porta. In un momento in cui non c’è nessuno in vista, si avvia baldanzoso verso la porta, bussa e con uno scatto secco lo spioncino si apre.
Diciotto!” tuona la voce dietro la porta.
Con un sorriso sicuro di sé, Christian risponde: “Nove!

Il sorrisetto dura ben poco. “Sparisci di qui, bamboccio, se non vuoi essere pestato sotto una scarpa!” è la risposta adirata dell’uomo. Lo spioncino si chiude come una ghigliottina. Con il codino tra le gambe, Christian torna indietro, non capendo dove ha sbagliato. Conta sulle dita, ma la metà di diciotto è proprio nove…qual è allora la risposta giusta da dare?
Tyler ci pensa su, poi viene colto da un’illuminazione. Stavolta farà lui il tentativo. Christian lo vuole dissuadere, ha paura che un altro errore li possa mettere nei guai. Ma l’amico si sta già avvicinando con sicurezza alla porta e prima che Christian lo possa fermare bussa deciso.

Lo spioncino si apre e la voce all’interno sancisce: “Venti!
Il cuore di Christian salta un battito.

Ma Tyler è pronto a dare la risposta giusta…

E voi? Avete capito qual è la risposta alla parola d’ordine per entrare nella bisca?
Scrivetela nel form qui sotto… e sarete pronti per la terza tappa!
(E se non avete ancora affrontato la prima tappa, eccola qui)

a Rafflecopter giveaway

14 Comments on “La caccia di Halloween – Seconda tappa

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>