Paolo Mieli
La Storia del comunismo
in 50 ritratti

UN SAGGIO, DA UN MAESTRO DEL GIORNALISMO ITALIANO, PER CONOSCERE LA STORIA DEL COMUNISMO ATTRAVERSO I FATTI E LE VITE DEI SUOI PROTAGONISTI, CON ILLUSTRAZIONI INEDITE E ORIGINALI di ivan canu.
In libreria dal 26 aprile

Dalla Rivoluzione d’ottobre alla caduta del muro di Berlino Paolo Mieli ci accompagna, con un saggio denso di informazioni ma insieme godibilissimo, in un viaggio attraverso i temi chiave della storia del comunismo: la presa del potere di Stalin, il terrore, il ruolo dell’URSS nel conflitto mondiale, la guerra fredda, i rapporti con l’Italia fino alla perestroijka di Gorbačëv, il crollo del muro, Eltsin e l’avvento di Putin. E, a seguire, tratteggia con maestria il profilo di 50 uomini che ne sono stati protagonisti – da Che Guevara a Marx, da Lenin a Castro, da Picasso a Calvino – ognuno accompagnato da un ritratto disegnato ad hoc per il libro da Ivan Canu, una delle più interessanti voci dell’illustrazione italiana.

Ritratti veri, appassionati, talvolta irriverenti
perché, come dice Paolo Mieli,
“quando studi la Storia devi essere in grado
di lodare le luci e denunciare le ombre”.

Paolo Mieli

Giornalista e storico, negli anni Settanta allievo di Renzo De Felice e Rosario Romeo, è stato all’Espresso, poi alla Repubblica e alla Stampa, che ha diretto dal 1990 al 1992. Dal 1992 al 1997 e dal 2004 al 2009 è stato direttore del Corriere della Sera. Dal 2009 al 2016 è stato presidente di RCS Libri. Nel 2017, con grande successo di pubblico, ha presentato in vari teatri italiani il suo spettacolo Era d’ottobre, un omaggio alla Rivoluzione russa, da cui è nata l’idea di questo libro.