Io e te è grammaticalmente scorretto

L'autore

Micol Agio

Micol Agio classe 1995, alias Yellow Daffodil, studia Lingue e letterature straniere all’Università di Venezia. Oltre alla scrittura, la sua passione è lavorare con bambini e ragazzi, e spera di poter un giorno coniugare le sue due vocazioni diventando insegnante.

vai

ISBN

9788869212109

In libreria

dal 16 marzo

Caratteristiche

368 pp

Prezzo

9,90

L'autore

Micol Agio

Micol Agio classe 1995, alias Yellow Daffodil, studia Lingue e letterature straniere all’Università di Venezia. Oltre alla scrittura, la sua passione è lavorare con bambini e ragazzi, e spera di poter un giorno coniugare le sue due vocazioni diventando insegnante.

vai

ISBN

9788869212109

In libreria

dal 16 marzo

Caratteristiche

368 pp

Prezzo

9,90

Il libro

Io e te è grammaticalmente scorretto

«Io» è lei, Marinella, secchiona e perfezionista, che come tutte sogna il ragazzo ideale ma è innamorata di uno che di ideale non ha proprio nulla. «Te» è lui, Mattia, zero voglia di studiare ma parecchio bisogno di essere promosso, e un sorriso a cui è difficile dire di no. Diversi come la A e la Z dei loro cognomi, divisi dall’intero elenco sul registro, uniti da una missione impossibile: far recuperare a Mattia la sufficienza in otto materie, in due mesi di tempo. Quando la sintassi, però, è quella dei sentimenti, non ci sono lezioni che tengano, bisogna inventarsi le regole. E si rischia di sbagliare, complici due amici troppo amanti dei cavalli, un sudamericano suadente, una classe di compagni fuori controllo e un supplente di educazione fisica giapponese con un sogno nel cassetto. Per tacere di Venezia: perché, diciamocelo, se uno vuole evitare di lasciarsi andare al romanticismo, abitare a Venezia è proprio una sfiga.

Avventure, equivoci e colpi di scena si susseguono in un’irresistibile storia di amore e di grammatica (e di molte altre materie, tutte insufficienti), che fa ridere fino alle lacrime e tiene con il fiato sospeso fino alla fine. Una cosa infatti è certa: c’è qualcosa di poco chiaro nel comportamento di Mattia, e non è solo il suo uso dei congiuntivi. Riuscirà Marinella Argenti a portare a termine la sua missione? Ma qual è, veramente, la sua missione? 

Categoria: Tag: