Un aperitivo da brivido!

C’è chi d’estate legge i gialli sotto l’ombrellone…e chi li scrive! Se anche tu ti senti più a tuo agio con la penna in mano che con paletta e secchiello, dimostra di avere la vena del giallista e partecipa a “Un aperitivo da brivido”. Potresti vincere una serata in compagnia di Riccardo Besola, Andrea Ferrari e Francesco Gallone, i tre moschettieri del giallo milanese, e una copia autografata di Assassinio alla Scala. Tutto quello che devi fare è scrivere una “Scheggia di giallo” e pubblicarla sulla nostra pagina Facebook Ecco come partecipare: Pensa a una situazione “da giallo”. Può essere...

Continua a leggere →

Il giorno più freddo: la rapina di via Osoppo

La Milano di Assassinio alla Scala è una città molto lontana dagli stereotipi della Fashion Week e dei grattacieli. Ma chi ha memoria ricorda che la metropoli, nei decenni del Dopoguerra, aveva anche un’anima feroce: era l'epoca delle grandi bande e dei colpi leggendari, tra i quali ad esempio la rapina di via Osoppo. Dimentichiamo il caldo. Sono appena passate le 9.30 del 27 febbraio 1958. Fa un freddo maledetto, e la banda si sta innervosendo. Guardano le persone passeggiare in via Caccialepori e fumano una sigaretta dietro l’altra a bordo di quattro auto rubate. E se qualcosa va storto? Non doveva già essere...

Continua a leggere →

La femme fatale dello spettacolo

Esiste al mondo un teatro come La Scala? Non parliamo solo di celebrità o prestigio, ma di una vera e propria “anima” che risiede tra i palchi, la volta, il proscenio… Chiunque lavori nel mondo del teatro sa che La Scala è come una donna bellissima ed elegante…e talvolta letale. Non per niente è lì che è ambientato l’ultimo giallo firmato dal trio Andrea Ferrari, Francesco Gallone e Riccardo Besola. Ma prima di avventurarci nelle indagini del commissario Santambrogio, siamo sicuri di conoscere davvero questo luogo unico al mondo? Innanzitutto, pochi sanno l’origine del suo nome. Non c’entrano i gradini...

Continua a leggere →

Omicidio a Milano. Il delitto di via San Gregorio

Il delitto di via San Gregorio del 1946 sconvolse la città di Milano e l'opinione pubblica, e fu uno dei primi casi in cui si parlò di "mostro" per il colpevole. Il contesto Nel novembre del 1946 Milano era una città che cercava di rialzarsi dalle distruzioni della guerra e dai bombardamenti che avevano colpito gli edifici e le strade: erano passati solo pochi mesi dai giorni del referendum, con la fine della monarchia e la nascita della repubblica, e solo un anno e mezzo dalla Liberazione dal nazifascismo. Lentamente, ma con decisione, la città si apprestava a riprendersi il...

Continua a leggere →

Milano: città noir. Il “delitto della Cattolica”: un caso ancora irrisolto

Milano è un’ambientazione che ha da sempre stimolato la fantasia degli scrittori noir, da Scerbanenco ai contemporanei Biondillo e Crapanzana, fino ad Assassinio alla Scala di Riccardo Besola, Francesco Gallone e Andrea Ferrari, in uscita per Centauria. Questa fama “nera”, di luogo in cui tra le nebbie del Naviglio è possibile immaginare oscuri figuri che si apprestano a commettere i più efferati delitti, deriva anche da alcuni celebri casi di cronaca nera del passato. Il più famoso è sicuramente quello che è diventato noto come il delitto della Cattolica: siamo nel luglio del 1971 e il corpo della ventiseienne Simonetta...

Continua a leggere →