“La prossima parola che dirai”

Chiara Bottini ci parla del suo libro Com’è nato questo libro e come hai deciso di passare da twitter alla carta, in questo doppio carpiato verso le librerie? Io amo la carta. E so che sono alberi, quindi sono una brutta persona e so che questa è l’era del digitale e bisogna leggere gli e-book sennò sei uno sfigato retrogrado, ma la carta è la carta. E, anche se resta un’idea romantica e ottocentesca, non in linea con le dinamiche editoriali odierne e bla bla, continuo a pensare che la dignità di stampa devi meritartela. E non è facile. Io,...

Continua a leggere →

L’incipit de “La prossima parola che dirai”

Livia e Giulia Maria, le protagoniste di questo libro, si trovano per caso nel mondo virtuale. Dopo un primo scambio di mail si conoscono e riconoscono, si scoprono simili e si raccontano. "La prossima parola che dirai" narra la loro amicizia, descrive due vite diverse e due storie d'amore che viaggiano su canali apparentemente opposti, "uno di carne e uno di byte". Chiara Bottini si interroga sulla reale concretezza dell'amore e ci porta alla scoperta dei risvolti umani del mondo social. Soltanto per voi, ecco il primo capitolo del libro: buona lettura! La prossima parola che dirai - I Capitolo

Continua a leggere →

Conosciamo meglio Chiara Bottini

Qualche domanda per te Cosa volevi fare da piccola? "Volevo fare la veterinaria. Mi avevano regalato la fattoria degli animali, ma non una roba avveniristica e interattiva come quelle di oggi: era solo un pezzo di plastica col tetto marrone, una capra e una mucca realizzati così male che non stavano neanche in piedi. Pensai che avrei dovuto occuparmi di loro, che farli reggere adeguatamente davanti alla stalla fosse un mio compito, non un elemento in dotazione. Avrò avuto 5 o 6 anni. Oggi fatico a sopportare un cane che abbaia nella notte perché ho il sonno leggero. Mi sa...

Continua a leggere →